Per l’applicazione della sanzione pecuniaria in luogo della demolizione della parte abusiva l’interessato deve fornire prova del pregiudizio che potrebbe derivare dalla demolizione

Il privato sanzionato con l'ordine di demolizione per la costruzione di un'opera edilizia abusiva, non può invocare l'applicazione a suo favore dell'art. 34, comma 2, D.P.R. n. 380 del 2001, che comporta l'applicazione della sola sanzione pecuniaria nel caso in cui l'ingiunta demolizione no ...


Per visualizzare l'articolo completo devi essere abbonato
o accedere all'area riservata