Demanio e Patrimonio Pubblico

Archivio Completo

Area EDILIZIA Sentenze e commenti

Nel caso di permesso di costruire non utilizzato, il diritto di credito del titolare di ottenere la restituzione di quanto corrisposto per oneri di urbanizzazione decorre dalla data in cui il titolare comunica all’amministrazione la propria intenzione di rinunciare al titolo abilitativo

Il diritto di credito del titolare di una concessione edilizia non utilizzata, di ottenere la restituzione di quanto corrisposto per oneri di urbanizzazione, decorre non già dalla data del rilascio dell’atto di assenso edificatorio, bensì dalla data in cui il titolare comunica all’amministrazione ... Segue

Archivio Completo

Area URBANISTICA

Le due forma di lottizzazione abusiva

L’art. 30 del d.P.R. 380/2001 distingue due diverse ipotesi di lottizzazione abusiva a scopo edificatorio, come ricordato anche dalla giurisprudenza: “ La prima, cd. lottizzazione materiale (o reale), ricorre «quando vengono iniziate opere che comportino trasformazione urbanistica od edilizia dei terreni stessi in violazione delle ... Segue

Le scelte urbanistiche compiute dall’amministrazione nell’esercizio del potere di pianificazione sono connotate da un elevato grado di discrezionalità

Secondo consolidata giurisprudenza, le scelte urbanistiche compiute dall’amministrazione nell’esercizio del potere di pianificazione sono connotate da un elevato grado di discrezionalità e pertanto sono sindacabili dal giudice amministrativo solo ove caratterizzate da irragionevolezza, irrazionalità, illogicità e incongruità ... Segue

L’accertata lottizzazione abusiva costituisce un illecito permanente con la conseguenza che deve ritenersi legittimato l’intervento repressivo anche nei confronti dei successivi proprietari del fondo, a nulla rilevando la loro eventuale estraneità al fatto originario

La giurisprudenza è granitica nel ritenere che il decorso del tempo dalla commissione dell’abuso non limiti in alcun modo i poteri repressivi dell’Amministrazione (Cons. St. Ad. Plen. 17 ottobre 2017 n. 9). La giurisprudenza afferma, altresì, con identica fermezza che l’accertata lottizzazione abusiva costituisce ... Segue

Nessun affidamento deriva dalla diversa destinazione urbanistica pregressa della medesima area o dalla volumetria prevista nel previgente piano regolatore e non confermata nel successivo piano

Secondo consolidata giurisprudenza, le uniche evenienze che richiedono una più incisiva e singolare motivazione degli strumenti urbanistici generali sono rappresentate: dal superamento degli standard minimi di cui al D.M. 2 aprile 1968; dalla lesione dell'affidamento qualificato del privato derivante da convenzioni di lottizzazione o accordi ... Segue

Archivio Completo

Giurisprudenza

Archivio Completo

Normativa e Prassi

Archivio Completo