Demanio e Patrimonio Pubblico

Archivio Completo

Area EDILIZIA Sentenze e commenti

La determinazione del contributo di costruzione deve essere riferita al momento del rilascio del permesso di costruire e può essere ricalcolata, entro il decennio, in caso di errore

La determinazione del contributo di costruzione, costituito dalla componente commisurata agli oneri di urbanizzazione e da quella relativa al costo di costruzione, deve essere riferita al momento del rilascio della concessione edilizia (che è il momento in cui sorge l'obbligazione contributiva), ... Segue

Il regime delle distanze di cui all’art. 9 del DM n. 1444/1968 opera con riferimento alla pareti che presentano vedute e non anche nel caso di una apertura con inferriate, qualificabile come luce

Secondo un consolidato orientamento giurisprudenziale (cfr., ad esempio, TAR Lombardia, Milano, sez. II, 30/11/2018 n. 2706), “… “l'art. 9 del D. M. n. 1444 del 1968, in materia di distanze tra edifici, fa espresso ed esclusivo riferimento alle pareti finestrate, per tali dovendosi ... Segue

Un volume interrato determina inevitabilmente un’alterazione dello stato dei luoghi rilevante sotto il profilo paesaggistico ed è qualificabile come nuova costruzione richiedente il permesso di costruire

Costituisce ius receptum l’arresto secondo cui la realizzazione di un volume interrato determina inevitabilmente un’alterazione dello stato dei luoghi rilevante sotto il profilo paesaggistico (cfr., ex multis, Cons. Stato, sez. IV, n. 2388/2005; sez. VI, n. 110/2011; sez. IV, n. 1879/2011; ... Segue

Archivio Completo

Area URBANISTICA

Una serie di principi in materia di pianificazione urbanistica

Secondo i consolidati principi in materia di pianificazione urbanistica, per come elaborati in giurisprudenza (fra le molte pronunzie in materia, cfr. T.A.R. Lombardia, Brescia, sez. I, 28 settembre 2018 n. 925; Cons. Stato, sez. IV, 5 settembre 2016 n. 3806 e 11 ottobre 2017 n. 4707): - sul piano generale, e relativamente ai poteri del giudice, ... Segue

La definitiva determinazione in tema di approvabilità dello strumento urbanistico attuativo proposto dal privato esorbita dalla competenza del dirigente

Secondo la disciplina disegnata dall’art. 48 del d.lgs. n. 267 del 2000 (t.u. enti locali), la competenza in materia di piani urbanistici spetta al Consiglio comunale. Ha precisato la giurisprudenza amministrativa che, a seguito delle modifiche introdotte dal d.l. 13 maggio 2011, n. 70, convertito con modificazioni nella legge 12 luglio ... Segue

Il Responsabile dell’Ufficio Tecnico comunale può presentare osservazioni allo strumento urbanistico adottato, quando lo strumento urbanistico è stato redatto da un professionista esterno appositamente incaricato

Il Responsabile dell’Ufficio Tecnico comunale può presentare osservazioni allo strumento urbanistico adottato, quando lo strumento urbanistico è stato redatto da un professionista esterno appositamente incaricato, in quanto l’art. 9 L. n. 1150/1942 non contiene un elenco tassativo dei soggetti che possono presentare le osservazioni ... Segue

Il vincolo di rispetto stradale previsto dagli art. 18 del d.lgs. n. 285/1992 e 28 del d.P.R. n. 495 16.12.1992 comporta l'inedificabilità assoluta del sedime e deve ritenersi inderogabile

Il vincolo di rispetto stradale previsto dagli art. 18 del d.lgs. n. 285/1992 e 28 del d.P.R. n. 495 16.12.1992 comporta l'inedificabilità assoluta del sedime e deve ritenersi inderogabile (Consiglio di Stato, sez. IV, 8 giugno 2011 n. 3498) perché si traduce in un divieto di edificazione sancito da norme di legge nell'interesse pubblico ... Segue

Le osservazioni presentate dai privati all'atto di adozione di un nuovo strumento di pianificazione del territorio costituiscono sempre, e non a seconda del loro contenuto, meri apporti collaborativi

Per consolidata giurisprudenza, le osservazioni presentate dai privati all'atto di adozione di un nuovo strumento di pianificazione del territorio costituiscono sempre, e non a seconda del loro contenuto, meri apporti collaborativi, in funzione di interessi generali e non individuali, per cui l'Amministrazione può semplicemente rigettarle laddove ... Segue

Archivio Completo

Giurisprudenza

Archivio Completo

Normativa e Prassi

Archivio Completo
Visualizza tutto
Visualizza tutto
Visualizza tutto
Visualizza tutto
Visualizza tutto