Demanio e Patrimonio Pubblico

Archivio Completo

Area EDILIZIA Sentenze e commenti

Archivio Completo

Area URBANISTICA

Il piano urbanistico deve essere ripubblicato nel caso di rielaborazione complessiva dello stesso e non quando vengono introdotte modifiche che riguardano la disciplina di singole aree o singoli gruppi di aree

Secondo l’orientamento giurisprudenziale costante, è necessaria la ripubblicazione del piano allorché, in un qualunque momento della procedura che porta alla sua approvazione, vi sia stata una rielaborazione complessiva del piano stesso, e cioè un mutamento delle sue caratteristiche essenziali e dei criteri che alla ... Segue

In sede di approvazione del piano delle cave, le scelte riguardanti le singole aree non abbisognano di una specifica motivazione in considerazione dell'elevato numero di destinatari e dell'interdipendenza reciproca delle varie previsioni

Come è noto, le scelte di pianificazione urbanistica sono caratterizzate da ampia discrezionalità e costituiscono apprezzamento di merito sottratto al sindacato di legittimità, salvo che non siano inficiate da errori di fatto o da abnormi illogicità e, in occasione della formazione di uno strumento urbanistico generale, ... Segue

Le infrastrutture di reti pubbliche di comunicazione sono assimilate ad ogni effetto alle opere di urbanizzazione primaria

In linea generale, in base all’art. 86 del D. Lgs. 1 agosto 2003, n. 259, le infrastrutture di reti pubbliche di comunicazione, tra cui sono ricomprese le stazioni radio base (in sigla SRB), sono assimilate ad ogni effetto alle opere di urbanizzazione primaria. L’assimilazione delle SRB alle opere di urbanizzazione primaria e la considerazione ... Segue

La destinazione di un’area a verde agricolo non implica necessariamente che la stessa soddisfi in modo diretto e immediato interessi agricoli

La destinazione di un’area a verde agricolo non implica necessariamente che la stessa soddisfi in modo diretto e immediato interessi agricoli, ben potendo giustificarsi con le esigenze dell’ordinato governo del territorio, quale la necessità di impedire ulteriori edificazioni, ovvero di garantire l’equilibrio delle condizioni ... Segue

Il PRG disciplina l’edificazione futura e non può disporre coattivamente la demolizione o comunque l’ablazione per finalità diverse da quelle proprie dell’interesse pubblico di manufatti già legittimamente esistenti o la cessazione di attività già legittimamente esistenti

Si deve ritenere che le previsioni del P.R.G. che assolvono la funzione di impedire eventuali nuove costruzioni incompatibili servano a conformare l'edificazione futura e non anche le costruzioni esistenti al momento dell'entrata in vigore del piano o di una sua variante, alle quali la legge equipara i manufatti in via di edificazione sulla base di ... Segue

Archivio Completo

Giurisprudenza

Archivio Completo

Normativa e Prassi

Archivio Completo
Visualizza tutto
Visualizza tutto
Visualizza tutto
Visualizza tutto
Visualizza tutto